mercoledì 25 novembre 2015

"A Proposito dell'Immigrazione in Italia"

Cari Amici,
Ecco il comunicato stampa del nuovo premier italiano “Pia Illusione”
 
"Cari Immigrati, l'Italia è una grande nazione; ha le sue tradizioni, i suoi valori, la sua lingua, la sua moneta...oh, chiedo scusa, un piccolo lapsus; quella purtroppo non l'abbiamo più, ma questo è tutt'altro argomento. Bene, dicevo, l'Italia ha la sua cultura millenaria basata su principi Cristiani e questo è un dato di fatto non contestabile.
Cari Immigrati, quando venite nel nostro paese sappiate che sarete sempre ben accetti e trattati al meglio delle nostre possibilità, rispetteremo la vostra cultura, le vostre usanze ed il vostro credo religioso a condizione che voi accettiate senza se e senza ma le nostre e le relative leggi; il tutto con l'obiettivo di vivere pacificamente ed in armonia.
Ma vi dico anche, senza mezzi termini, che se il nostro Dio vi crea problemi, se i simboli del cristianesimo sparsi nelle scuole vi turbano, se persino le semplici palline colorate dei nostri alberi di Natale danno fastidio, allora vi invito ad insediarvi in una nazione più idonea e adatta alla vostra religione, qualsiasi essa sia. Di certo non sentiremo la vostra mancanza.
E poi, cercate di apprendere bene la lingua italiana, visto che desiderate vivere qui in Italia. Avete scelto questo paese? Bene, qui si parla l'italiano; non l'inglese, non il tedesco, non il francese, non l'arabo. Non ce la fate? Allora invito ancora una volta ad insediarvi in una nazione più idonea per voi, qualsiasi essa sia.
Cari Immigrati, L'Italia è la nostra terra; gli italiani hanno le loro usanze e stili vita conquistati dai nostri padri anche a costo di grandi sacrifici; vi diamo la possibilità di condividerli con noi. Ma se iniziate con piagnistei, con proteste e rigetti di questi nostri stili di vita e delle nostre credenze religiose allora vi dico: “L'Italia ha insegnato al mondo il diritto e anche a voi garantisce uno dei suoi più importanti principi di libertà; quello di partire, uscire dai confini e scegliere altra destinazione a voi più consona.”
Cari Immigrati, non siamo stati noi a chiedervi di venire qui! Voi avete deciso in piena autonomia di insediarvi in Italia! Quindi, rispettate l'Italia e gli Italiani che vi hanno accettati in casa!”