domenica 21 maggio 2017

"Marcia Migranti"

Stamattina ho letto su diversi quotidiani online gli articoli sulla marcia migranti svoltasi ieri a Milano. Ciò che mi ha colpito è stato constatare come i commenti dei lettori esprimono a larghissima maggioranza un senso di profonda rabbia e disapprovazione. Prendiamo quelli relativi al "Fatto Quotidiano"; soltanto alcuni su quasi un migliaio hanno indicato il gradimento sull'attuale fenomeno dell'immigrazione in Italia. E' del tutto evidente che si sta mettendo a dura prova il senso di solidarietà degli Italiani. Stiamo diventando tutti razzisti oppure c'è qualcosa di marcio che sta alterando la nostra ben nota tolleranza? Più volte ho scritto che a questo processo immigratorio si fa ipocritamente indossare l'abito dell'aiuto umanitario al posto di quello reale dell'esportazione di carne umana. Io penso che Il continuare sulla strada di favorire i novelli negrieri porterà inevitabilmente a conflitti sociali che alimenteranno il disagio e l'infelicità. Se razzista significa adesso voler la serenità degli Italiani; beh, allora io lo sono.