giovedì 20 luglio 2017

"Il Sogno"

Stanotte ho sognato che il capo della polizia italiana rivolgeva il seguente appello in TV a reti unificate:
“Chiedo aiuto! Chiedo aiuto alle autorità di governo e a tutti i cittadini. Le forze di polizia non riescono più a far rispettare le leggi. I rifugiati sono talmente privi di rispetto che, se dovessero essere tagliati i soldi che vengono elargiti in cambio di nulla, l'Italia si ritroverebbe rapidamente nel caos totale. I rifugiati diventerebbero violenti e andrebbero a cercare tutto il possibile da altre parti.”
Che sogno strano e inquietante. Mi chiedo come mai il cervello sia giunto a elaborare un tale pensiero onirico. Che sta passando nella mente?
Ah, ecco! Finalmente un cassetto della memoria si è aperto consentendo di scoprire l'arcano. Diversi giorni fa lessi la seguente notizia su “Armstrong Economics” che, evidentemente, ha lasciato traccia nei miei neuroni.
“Il commissario della polizia nazionale svedese, Dan Eliasson, ha parlato alla televisione nazionale, chiedendo aiuto. Ha messo tutti in guardia perché le forze di polizia svedesi non riescono più a far rispettare la legge. I rifugiati sono talmente privi di rispetto che, se dovessero essere tagliati i soldi che vengono elargiti loro in cambio del nulla, la Svezia si ritroverebbe rapidamente nel caos totale. I rifugiati diventerebbero violenti e andrebbero a cercare tutto il possibile da altre parti. Quando la polizia si esprime così chiaramente e chiede aiuto, è evidente che c'è qualcosa di grosso che non va”.
Per fortuna che il mio era solo un sogno, L'Italia è lontana dalla Svezia e dai suoi gravi problemi di ordine pubblico causati dal fenomeno immigrazione. Nel nostro Paese va tutto bene e i pochi clandestini sono pieni di rispetto. Non a caso ieri il ministro degli interni Marco Minniti, rispondendo a una interrogazione parlamentare, ha dichiarato (fonte: Adnkronos): “Né il ministro degli interni né il governo ritengono che sussistano le condizioni per dichiarare lo stato di emergenza”. Infatti, i suoi recenti viaggi in Europa non sono stati effettuati per chiedere aiuto circa gli sbarchi di migranti economici sulle nostre coste bensì solo per augurare buone vacanze ai colleghi politici internazionali.
Uhm, forse devo controllare il mio stato di veglia.

Alfred B. Revenge