mercoledì 4 febbraio 2015

La donna secondo Gesù e...gli altri

La donna ha rappresentato un pilastro centrale dell'intero insegnamento di Gesù Cristo; non a caso Egli disse:
"Chiunque non rispetti sua madre, l'essere più sacro dopo il suo Dio, non merita il nome di figlio; rispettate la donna perché ella è la madre dell'universo e tutta la verità della divina creazione risiede in lei; ella è la base di tutto ciò che è buono e bello e anche il germe della vita e della morte; lei vi fa nascere nella sofferenza, con il sudore della fronte vi alleva e fino alla sua morte voi le causate le più gravi ansie. Beneditela e onoratela perché lei è il vostro unico vero amico, il vostro unico sostegno sulla terra. Allo stesso modo amate le vostre mogli e rispettatele perché saranno madri domani e più tardi le antenate di una specie. Siate clementi con la donna perché il suo amore nobilita l'uomo, rende tenero il suo cuore indurito, addomestica in lui la brutalità e lo rende un agnello. La moglie e la madre sono i tesori inapprezzabili che vi sono stati dati da Dio; proteggete vostra moglie perché ella possa proteggere voi e tutta la famiglia. Tutto quello che fate per vostra moglie, per vostra madre o per una vedova l'avete fatto al vostro Dio."

Altri la vedevano in maniera diversa:
"Gli uomini sono preposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre e perché spendono per esse i loro beni. Le donne virtuose sono le devote, che proteggono nel segreto quello che Allah ha preservato. Ammonite quelle di cui temete l'insubordinazione, lasciatele sole nei loro letti, battetele. Se poi vi obbediscono, non fate più nulla contro di loro. Allah è altissimo, grande.

"Il marito è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, lui, che è il salvatore del corpo. Ora come la chiesa è sottomessa a Cristo, così anche le mogli devono essere sottomesse ai loro mariti in ogni cosa."