giovedì 11 giugno 2015

Una Bella Poesia d'Amore

Io non conosco ch'una gioia al mondo,
ed è quando sul tuo seno di neve
chino la fronte, come sopra i molli
fiori del maggio; o col desio ch'all'ore
della state furenti, in su gli appoggi
de' morbidi guanciali il capo stanco
cade alla queta voluttà del sonno.
Spunta sul labbro il riso, della mente
le tempeste serenano, han quiete
l'ire del mondo: è come un paradiso
 
Poesia di Giuseppe Maccari