martedì 26 maggio 2015

L'Infelicità del Popolo Italiano.

Oggi mi è stata chiesta l'origine della trama dell'ultimo romanzo dal titolo "Devil".
La mia risposta è stata abbastanza semplice: "Dall'infelicità diffusa del popolo italiano".
Io penso che la crisi economica e sociale non sia altro che la conseguenza di scelte strategiche basate sulla realizzazione di una "Democrazia Elitaria". la Democrazia in Europa sta subendo una rielaborazione di tipo dottrinale e gerarchica da parte dei più agguerriti, dei più smaliziati, dei più abil...i. Sono e saranno sempre di più costoro a mettere in un angolo la legittimazione popolare e a pretendere per se stessi il potere. Per l'Italia, in particolare, la perdita della sovranità monetaria con la creazione di una moneta unica a livello europeo ha risvegliato la più perversa piaga per il popolo: "L'Infelicità!"
Da questa premessa è nato "Devil", un thriller politico-finanziario in cui gli inganni, le malvagità e gli egoismi di una ristretta èlite mondiale si scontrano duramente contro l'insolita alleanza, nata in uno spietato penitenziario americano, tra il capo di una potente organizzazione criminale messicana ed un genio della finanza italiano.
Chi prevarrà? Quale sarà il confine tra la fantasia e la realtà?